28.12.08

Grow Up and Blow Away

L'esterno svuota.
Ergo un muro di Fiori e Cognac.
Isolo la chiusura e la grettezza.
Il problema non è essere diversi.
La diversità stimola il confronto.
Semplicemente si parlano lingue diverse.
E' un dato di fatto.
E sinceramente non ho alcun interesse
ad imparare la tua.


CourtesyofLondon&aGeniusCalledBanksy

12.12.08

Looking On The Bright Side When There Is No Bright Side

Ho solo voglia di capire.
Come un libro che mi piace leggere con lentezza.
Poi fermarmi ed accendere una sigaretta.

Posare il libro sulle gambe e osservare Mon Oncle.
Mi ha sempre dato conforto, lo guardo spesso.
Anche quando non lo avevo.
Come un'alba di un secolo fa in cui
andai a cercarlo sulla rete.
Ed era qui. Lui. Ormai. Ancora.
Si svegliò indispettito perché ero già sveglia.
Capisco ora la grandezza delle tempeste.
Rigenerano, non si tratta di tempo.

Un quadro immenso. Tutto rosso. E ci sono due persone.
Un bambino molto piccolo che guarda un signore molto alto.
Che lo guarda.
Con i pantaloni molto corti. Ed i calzini del colore della cartella.
C'è un'aura nera che li circonda. Solo all'esterno.
Ed ho passato un'infinità di tempo
tra una lettura e l'altra a capire cosa volesse significare.
Sono due sognatori. Si appassionano del magico e nell'assurdo vivono, incompresi.
Non ci sono linee nere tra loro. Neanche nell'ombrello perché è tra loro.
Solo Armonia. E c'è un cane. Tutto nero.


Non bisogna conoscersi. Ma ritrovarsi.
E qualcosa ho trovato.
E troverò un passaggio.
E 40 giorni in una stanza.

28.11.08

(nice dream)

Dilatare è il fondamento.
Conoscere le risposte senza porre domande
perché superflue.
Un Deja Vu. Riprendere il corso naturale
come un fiume che si distende in mare.

Battaglia silente contro il tempo e chi lo uccide.
Il lavoro lo stato e le convenzioni.
Raduno forze per rarefare il tempo.



Le Petit Jardinier - F. Bazille

24.11.08

A Sleep Trance, A Dream Dance


Preferisco rifiutare consolazioni per continuare a sognare l'ideale.

Giardino delle delizie - Hieronymous Bosch

19.11.08

Follow With My Eyes 'til They Crash

Frightened...

Da tutto ciò che schivavo. Lo squillare del telefono, parlare. Le voci, paura delle voci. La realtà.
Ho visto un cavallo, non lipizzano. Ugualmente bello. Steso. I sogni si realizzano?
Gli incubi sicuramente.
Voglio credere nei sogni, accantonare gli incubi, stringere mani senza avere timori, senza sudare freddo.

Ho pianto in motorino.
Per un rumore troppo forte.
E le lacrime scappavano via.

17.11.08

Are You Frightened?

Non riesco ad avere relazioni puramente fisiche.
Sono troppo celebrale.
Ho bisogno di condivisione, di cercare e scoprire. Appassionarmi.
Ed ormai i ricordi sono vaghe sensazioni.
Come una musica o un odore. Reminiscenze che si dissolvono in un istante.
Ed io mi ritrovo inerme.
Avallando sincronie. Comunque.



E questi video non aiutano. Chiudo gli occhi.

14.11.08

As A Kid You Couldn't Live It Up



When something good happened
Something good happened right
So sister love i'll help you off the ground
You got to let someone look into your heart
You got to turn this situation around
You got to turn this, turn it around

6.11.08

Is This The Comfort of Being Afraid?



Quello che non si vede non esiste.
A volte anche quello che si vede.
Non dipende dall'oggetto.
Ma dall'intenzione.
Ed io sono ad un crocevia di tunnel.
E la paura di sbagliare mi
PARAlizza.

5.11.08

I Wish That Something Would Happen

Era da un po' che non andavo sul blog di Beppe Grillo perché anche lui è un idolo. E gli idoli mi stuccano. Vado spesso su disinformazione.it, ed oggi, dopo aver letto un articolo sulla carne (mi sa che lì sono vegani) ho deviato per travaglio e grillo.

Non mi sono interessata a queste elezioni americane, ma ieri non ho potuto fare a meno di togliere il telo dalla TV per vedere cosa stava accadendo. Il cavallo di Troia, come dice lui, mi pare che sia così. Anche se una vaga speranza provo ad averla. Ed il confronto è stato d'obbligo. Ed ho pensato che magari loro, almeno per un giorno, una settimana un mese possono sognare. Che qualcosa cambi. E noi siamo qui. Ad avere una schiera di corrotti ottuagenari in parlamento, nella burocrazia, nei giornali. Ovunque. Sono come topi, siamo invasi. E restistono a tutto. Vengono commemorati. Nel caso muoiano, per morte naturale naturalmente, mai a nessuno gli succeda una cazzo di disgrazia.

Vorrei espatriare, ma non so dove. Appartengo a questi paesaggi
ma non a questa cultura. Che cerca di inglobarti, e poi ti isola.
Vorrei solo essere tranquilla. Senza idoli o emarginati.

2.11.08

You Name The Drama And I'll Play The Part

Provo gusto a sfogliare i vecchi libri che sono nella mia libreria. Mi piace guardare le sottolineature, e molto spesso conservano foto ed altri ricordi che ho nascosto per il piacere dell'effetto sorpresa. (Adoro stupirmi).
E così ho ritrovato una guida su cui avevo lavorato epoche fa.
L'unico lavoro che non consideravo un impiego.
Era per una piccola casa editrice che si occupava di cinema.
Proprio nel momento in cui sono approdata partiva un nuovo progetto. Una guida sui registi. Inizialmente lavoravo da casa. Passavo serate a leggere libri per trovare citazioni da inserire nella guida. Le più divertenti ovviamente erano quelle di Hitchcock.
"Bisogna lottare contro le chiacchiere e contro quelli che impiegano cinque minuti per sedersi. Ecco perché dopo i titoli di testa metto inquadrature molto drammatiche".
Poi c'era Bunuel: "Il Surrealismo nel cinema è nato quando ci si è chiesti cosa si potesse fare con mille spettatori se non distruggere, intaccare tutti i loro valori".
C'era una affermazione di Jean Vigo che considerando il tempo mi colpì: "Il pubblico non sceglie più gli spettacoli: va al cinema a giorni fissi e mai per guardare un film".
Passavo il tempo ad informarmi sul cinema ed a guardare film.
Ma pagavano poco e male.
Lavori del genere se li può permettere chi non ha necessità di coprire un conto. Perchè sicuramente non sarà mai in rosso.

E questo era il regista che preferivo.

1.11.08

Men At Work

Ho sempre pensato che quello fosse stato
il giorno che maggiormente ha influenzato la mia esistenza.
In realtà mi aveva semplicemente distratta.
E’ stata un’altra ferita ad avermi segnata.
Subita e inflitta. Ad un’età in cui fidarsi è alla base della crescita.
Però piangevo. Perché ero piccola pensavo.
Dovevo imparare.
Con il tempo mi sono applicata in tradimenti più convenzionali. Meno dolorosi.
Senza fare richieste o riceverne troppo impegnative.
Fino a quando sei arrivato tu a richiedere fiducia e appartenenza incondizionata.
Ho iniziato a staccare la recinzione che mi ero costruita in quasi 20 anni.
Ho sempre avuto difficoltà ad interagire, anche fisicamente. Sentivo però un contatto che avevo rimosso, caldo e protettivo.
Complice.
Lo stesso che avevo bruciato con le candeline mai spente di quel compleanno mai festeggiato.
E che pensavo di aver ritrovato. Fino ad un altro compleanno, quando la luce se la contendevano il fuoco di un camino ed il monitor di un PC.
Che non si voleva spegnere.
La tecnologia vince sempre.

E parlavamo di tradimento. Non adulterio.
E chi pretende fiducia molto spesso si sente
anche in diritto di toglierla.
Finalmente sono riuscita a capire il motivo
per cui avevo costruito quel recinto.
Grazie per avermi aiutata a riaprire tutte le ferite.
Non le avevo curate bene.

29.10.08

Thank You For What I've Got Fuck You For What I'm Not

Sono stanca di passare il tempo
ad espiare.
Tra poco mollo tutto.
Sto arrivando in fondo.
O almeno lo spero.

Just One More Corpse



By clasping her in their slimy grip
Through her limbs,
the cold blooded fishes played
Creatures and plant life kept on,
thus obstructing
her last trip
And the sky that same evening
grew dark as smoke
And its stars through the night
kept the brightness still soaring
But it quickly grew clear
when dawn now broke
To see that she got
one further morning
Once her pallid trunk had rotted
beyond repair
It happened quite slowly
that she gently slipped from God's thoughts
First with her face,then her hands,
right at the last with her hair
Leaving those corpse-choked rivers
just one more corpse

Baal's Hymn



Whilst his mother's womb
contained the growing Baal
Even then the sky was waiting
quiet and pale
Naked, young, immensely marvellous
Like Baal loved it, when he came to us

That same sky remained with him
in joy and care
Even when Baal slept peaceful and unaware
At night a lilac sky, a drunken Baal
Turning pious as the sky grows pale

So through hospital, cathedral, whiskey bar
Baal kept moving onwards
and just let things go

When Baal's tired, boys,
Baal cannot fall far
He will have his sky down there below

When the sinners congregated
in shame together
Baal lay naked,
revelling in their distress
Only sky, a sky that will go on forever
Formed a blanket for his nakedness

And that lusty girl, the world,
who'll laughing yield
To the men who'll stand
the pressure of her thighs
Sometimes gave him love-bites,
such as can't be healed

Baal survived it, he just used his eyes
And when Baal saw lots of corpses
scattered round
He felt twice the thrill,
despite the lack of room
"Space enough" said Baal,
"then I'll thicken the ground
Space enough
within this woman's womb"

Any vice for Baal has got its useful side
It's the man who practices it,
he can't abide
Vices have their point,
once you see it as such
Stick to two for one
will be too much

Slackness, softness are
the sort of things to shun
Nothing could be harder
than the quest for fun
Lots of strength is needed
and experience too
Swollen bellies
can embarrass you
Under gloomy stars
and this poor veil of tears
Baal will graze a pasture till it disappears
Once it's been digested
to the forest's teeth
Baal trod singing
for a well earned sleep

Baal can spot the vultures
in the stormy sky
As they wait up there to see
if Baal will die
Sometimes Baal pretends he's dead,
but vultures swoop
Baal in silence dines on vulture-soup
When the dark womb
drags him down to its prize

What's the world still mean to Baal,
he's overfed
So much sky is lurking still
behind his eyes
He'll just have enough sky when he's dead
Once the Earth's dark womb
engulfed the rotting Baal
Even then the sky was up there,
quiet and pale
Naked, young, immensely marvellous
Like Baal loved it
when he lived with us

Baal è un'opera di Bertold Brecht scritta quando aveva vent'anni. Parla di un anti-eroe che rigetta le convenzioni della borghesia del tempo. Vive da outsider ed ha i modi di un criminale. Porta al suicidio una delle sue amanti e manda alla rovina altre donne. E' responsabile anche della morte di un suo amico.
Muore in solitudine vagando per il bosco.

Per ulteriori notizie

27.10.08

She's in Parties # 2

Abbiamo trovato la vittima. Sepolta con il regista, i sensi di colpa e una valanga di dubbi.
Le costumiste sono le uniche che possono scioglierli. Ma hanno insabbiato le prove prima della chiusura del sipario. Definitiva.




Però non bisogna strappare via le foglie, bisogna lasciare che cadano. Il resto si ricompone da sé. Basta sapere aspettare.


Intanto posso affermare che odio il gatto Felix, i maglioni rossi ed il Natale.
Ma non lui.

26.10.08

God Is An Astronaut



Sei pinte di amara - e presto, per favore. Il mondo sta per finire.


FP

20.10.08

Eternalised. Objectified.

Ho difficoltà ad ascoltare i TV ON THE RADIO, sarà perché la musica, come gli odori mi riportano a quei flashback che preferisco eludere.
Da qualche tempo a questa parte li ho evitati come la peste.
E' però uscito Dear Science,
ed il titolo, ma soprattutto la virgola mi ha incuriosito.
Sarà perchè ultimamente mi lascio andare solamente per via epistolare.

E questa è la prima traccia che mi ha catturato.

DLZ


L'ho ascoltata per tutta la giornata.

19.10.08

The Hights are They Worth Seeking

Amore non è amore se muta quando scopre un mutamento
o tende a svanire
quando l'altro s'allontana.
Oh no! Amore è un faro sempre fisso che sovrasta la tempesta
e non vacilla mai;
Amore non muta in poche ore o settimane,
ma impavido resiste al giorno estremo del giudizio;
se questo è errore e mi sarà provato, io non ho mai scritto,
e nessuno ha mai amato.


Hold My Hand Video

She's in Parties

Involontaria complice del tradimento.
Responsabile per il futuro.
Nascondi le prove. Regali e torte.
Impara ad odiare (facilmente) W. Huston, cancella la finale europea Germania-Olanda.
E quel ristorante a Marienplatz. Vicino ai locali a luci rosse.


Entra nella parte.
Sei il nuovo alfa alfa.
Ma gli occhi sono lucidi. E' il freddo, il vento.
Sei stata irreprensibile.
Da Leone d'Oro. Aspetti il premio.
Mentre si occupano dei vestiti di scena inizia il declino.
E chiedono verità.
Ma ormai c'è il copione da seguire. Studiato per mesi.
Non deludere il regista. Ricorda le sue parole.
Ma il regista ha cambiato il finale. Senza avvisare.


E tu hai perso la parte.
Il costume ormai non serve.
Che la sarta smetta di cucire.
Non si gira più.
Il cinema è morto.




L'Oeil Cacodylate - F. Picabia
A Husband, A Wife and A Girlfriend - L. Sanders Babb

10.10.08

T.S.H.




With a Gun and a Pack of Sandwiches

8.10.08

What is the Word



smania -
smania di -
di -
qual è la parola -
smania da questo -
fin da questo -
smania fin da questo -
dato -
smania dato questo di -
visto -
smania visto questo -
questo -
qual è la parola -
questo -
questo questo -
questo qui -
tutto questo questo qui -
smania dato tutto questo -
visto -
smania visto tutto questo questo di -
di -
qual è la parola -
vedere -
intravedere -
credere d'intravedere -
volere credere d'intravedere -
smania di voler credere d'intravedere quale -
quale -
qual è la parola -
e dove -
smania di volere credere d'intravedere quale dove -
dove -
qual è la parola -
là -
laggiù -
lontano -
là lontano laggiù -
a fioco -
là lontano laggiù a fioco quale -
quale -
qual è la parola -
visto tutto questo -
tutto questo questo qui -
smania di vedere quale -
intravedere -
credere d'intravedere -
volere credere d'intravedere -
là lontano laggiù a fioco quale -
smania di volervi credere d'intravedere quale -
quale -
qual è la parola -


G. Klimt - Attersee
S. Beckett - ...

6.10.08

Shoot Them Down And Set Me Free

Hai massacrato tutto. Il cuore, il cervello, l'anima.
Ed ora ti ritrovo, io sgretolata, tu con la solita faccia di bronzo. Sbiadita.
Neanche immagini cosa ho fatto per averti e poi dimenticarti.
Ho cancellato la mia essenza, ho sbranato la mia anima.
Ho condiviso intimità con persone a cui non avrei offerto da accendere.
Sperando di ottenere un risultato.
Ho ascoltato altro, molto altro, per allontarti, ho bevuto più di quanto potessi sapendo che lo odiavi.
Ed ho mangiato tutte le spine.
Non fare questo.
Non ne posso più.

5.10.08

Nothing Comes From Nothing

Da diversi giorni cerco un minerale che per motivi puramente estetici mi ha colpito parecchio.

Si tratta di Ematite.

Anche se sono completamente ignorante in materia, mi sono accorta che molto spesso cerchiamo ciò che inconsapevolmente può giovarci, oppure evitiamo cosa può nuocere. Ad esempio ho scoperto che la carne di vitello contiene il latte. Non mi piace la carne di vitello, e sono quasi intollerante al latte. Il nostro corpo capisce cosa serve in quel dato momento molto più della nostra coscienza.

Ma veniamo al punto.

Girovagando, trovo che l'ematite aiuta a disintossicare il corpo, stimola la produzione dei globuli rossi (dalle mie parti specie protetta). Fortifica Polmoni, Fegato e Reni. (I tre organi precari). Facilita IL SONNO PROFONDO, (I Could Sleep for a Thousand Years...) e favorisce la guarigione completa delle ferite. (and Cure his Heart...)

E non è tutto, questa è solamente la punta dell'Iceberg...
Stimola la Volontà, il Coraggio e l'Attività in generale. E questo potrebbe anche bastare...incita a Ricominciare ed a ripartire da zero, a sviluppare la Spontaneità, la forza di Decisione e il Coraggio necessario per vivere.
Inoltre, e dopo questo ci vado al letto, stimola la concretezza nel prendersi cura dei propri bisogni fondamentali.

Stappo un vino e brindo al mio Ematito e a Democrito.

Ovaltine?



F.: Niente grazie, sono alquanto stanco.
Frau B.: Allora io dico buonanotte.
F.: Buonanotte!
Frau B.: Buonanotte caro! Buonanotte Herr Doktor.
F.: Buonanotte Frau Blucher!

4.10.08

Heaven is a Feeling

E' passato un anno. Da quando ho iniziato a riempire questo posto di vaccate. E più o meno da quando vivo nel mio rifugio. Sono sempre stata accusata del fatto che fossi troppo debole. Per riuscire a stare sola. Possibile. Io riempio. Vuoti. E li riempio di tutto. Di amori fasulli, di giornate inutili, di alcol e di sigarette. Il mio rifugio è pieno di inutilità. Conservo tutto. Dai biglietti da visita di posti che non visiterò mai. Alle penne ormai consumate che ricordano un particolare. Io vivo di frammenti. E' una debolezza, ma è così. Io sono debole. E la coperta non copriva mai abbastanza, e sentivo freddo. Lo sento tuttora. Non è la coperta che mi scalda. Ma la luce di una candela sul comodino. O la musica che mi accompagna nel silenzio della notte. E l'abbraccio delle mie braccia. E Tallio, che spinge sulle gambe per sentire il mio calore. Sono sempre stata debole. E lo sono tuttora. Riempio di vaccate il mio rifugio, ma sto smettendo di riempirlo di inganni.

3.10.08

Used to Be the One of the Rotten Ones

Se crediamo tanto in qualcosa che ancora non esiste, lo creiamo.
Le cose che non esistono non le abbiamo desiderate abbastanza.

29.9.08

New Round

Ciotole che si riempiono.
Poi si svuotano.
Passaggio di livello.
Serenità per sottrazione.
Sorridere allo specchio.
Eccellenza.
La musica prima di tutto.
Senza parole.
A parte le eccezioni.
Preferire i sentieri.
Perdersi nei passaggi.
Ricominciare dal via.



23.9.08

Kiss Me Properly

Che quando zio Dante mi faceva guardare fuori dalla finestra non diceva guarda che panorama, ma guarda che vigne...

20.9.08

I Was Walking Slow to a Dirty Dive



Coma kid
Tell me how you come to follow you around where ever you go
Said I don't go, where I'm supposed go
And I don't go, really anywhere you know
Told me how hes driven by a curse, 'til he kicked out into reverse
Said I don't go, where I'm supposed to go
And I don't go, really anywhere you know
I made up my mind, and I don't mind sayin so
I went to meet you at central square
When I couldn't find you there,
I went walking around the city some more
People watching with a cold blank stare
And I saw your face, in everyone I swear
Seems like I never get your kick quite right
I was walking slow to a dirty dive
I'm so sick and tired of trying to change your mind
When it's so easy to disconnect mine
High times
High times
High times, yea I feel fine
High times
High times
High times, man I feel fine
Don't pick me up I'm fine right where I am
I don't go, where I'm supposed go
Where I'm supposed to go


Video patetico, non c'era di meglio

19.9.08

In the Shadow of a Doubt

Sono stata dal barbiere. Mi ha tagliato i capelli. Molto corti. Tagliandoli sono tornati rossi.
Proprio così


E lui è fiero del suo lavoro. Dice che mi stanno bene, che non se lo aspettava. Io mi arrabbio. Non volevo tagliare i capelli. Volevo salire sul cavalluccio. Me lo mostra. E' marino.
Proprio così

L'ha messo in alto. Come un trofeo. Avrei voluto salirci. Ma è troppo in alto. Mi fa pagare 10 euro perchè non ho fatto storie. E mi offre un bicchiere d'acqua. Non mi piace bere acqua se non ne ho voglia. E poi questa puzza. E' sporca. La lascio sul bancone. Sono tornata un bambino. E non mi piace.

17.9.08

I Guess it Must be Some Kind of Holiday

L'altra notte, anche se poi era giorno, ho visto un serpente dietro alcune tavole. Una femmina. Cerco di allontanarmi per lasciarla andare, ma come spesso accade in queste situazioni non riesco a muovermi. Lei è bella, color sabbia, e per la prima volta non ho paura. Sento che è lei ad averne. Io non posso indietreggiare e lei è costretta ad avanzare. Si avvolge lentamente alla caviglia e mi morde. Me lo merito. Però non fa male, è delicata. La prendo e la porto in giardino. Rientro e trovo degli spaghi sul pavimento. Si muovono. Sono i figli del serpente. Ho paura di calpestarli, non sono cattolica. Uno ad uno li metto delicatamente sul letto. Appena li tocco si arrotolano e diventano rigidi. Delle ciambelle. Le raccolgo tutte e le porto fuori. E vedo mamma serpente con una pancia gonfissima ed il compagno che la sostiene allontanarsi strisciando.

Finalmente ho fatto pace coi serpenti.
O forse sto solo cambiando pelle.

14.9.08

Riempi il tuo cranio di vino, prima che si riempia di terra

Non si discute. Il vino rosso è davvero tutta un'altra cosa.

E le mie labbra cominciano ad imporporirsi.
E' ufficialmente aperta la stagione del rosso.

13.9.08

Inside The Garden

Ed è proprio per questo che mi serve questo posto. Per parlare con chi non me lo permette più. Perché preferisco che le parole si perdano nella rete, piuttosto che scontrarsi contro un muro. Ed è importante. Perché non ce la faccio a vivere con la paura che ci sia qualcosa che non sia chiara. O che sia troppo tardi. Che poi coi muri mi ci scontro ogni volta che mi sveglio. E mi basta.



Ed allora grazie. E basta.

Some Static Is Lulling Me To Sleep

Ore 11:30. Interno austero. Ascensore in salita.
50enne in avanzata demenza senile e abbronzatura disadratante gioca a fare il viveur con camicia hawaiana e pantaloni bianchi nel primo giorno di pioggia autunnale.
30enne, occhi piantati in basso per evitare di mostrarli perennemente lucidi, maglia nera e giacca grigia.

R: Per te il tempo non passa mai?
P: Invecchio dentro.

Salvifico fu l'avvento di un messaggio tim. Gli operatori telefonici da un po' di tempo a questa parte arrivano al momento giusto.



Courtesy of Beck

Movements


Prendi esempio dal gatto: come smette di colpo il gioco e se ne va

7.9.08

You've Got A Job on My Desperate Icon





Franny e Zooey sono fratello e sorella. E questo spiega molte cose. Il primo rapporto che si ha con l’altro sesso nel caso non si è figlio unico è con la sorella. Difficilmente se la differenza d’età non è notevole, si ha un rapporto pacato, equilibrato. E’ il primo confronto.

F. e Z. appartengono alla numerosa famiglia dei Glass. Una famiglia borghese di Manhattan sul viale del tramonto. Che il tempo, la morte, la frustrazione ha decimato. Una famiglia comunque superiore alla norma. Tutti i giovani componenti della stirpe hanno partecipato ad “Ecco un Bambino Eccezionale”, ma è più un onere che un onore.

Franny ha vent’anni. Molta confusione in testa. Una bellezza sfuggente. Una predilezione per il gatto e le sue pulci. Una ossessione per un libro religioso. Anche se lei non lo è. Non è caritatevole affatto. Come non lo è Zooey.
Però cerca la verità. Che risiede in ciò che rifiuta. Ed aspetta una illuminazione. Che non trova nelle lezioni accademiche dell’università o nel fare l’attrice che peraltro le riescono benissimo. C’è troppo Ego.

Zooey dal canto suo è bello, sicuro di sé spocchioso e solitario. In più è uomo, ovvero distante e razionale. Ed un attore. Esigente. Mica poco.

La mamma è la mamma. Una vita confusa da preoccupazioni, banalità e isterismi. Sente il fardello di figli suicidi, eremiti e anormali. Che cura con il brodo di pollo. E cerca di contenere nella retina per capelli. Ma sfugge nella compulsività con cui fuma.

Franny è fidanzata da un anno con Lane. Ma non lo sopporta. Detesta il suo modo di parlare, lo trova estremamente ovvio e noioso. Allora sussurra il nome di Dio. Per protesta. Ma poi sviene.

Zooey ha ricevuto dei copioni da gente con delle cravatte assurde, noiosa ma umile. E cerca di combattere, tra il suo essere diverso e quello che c’è fuori. Fuori dalle sue radici, con rabbia e ironia.

Franny si è isolata. Non mangia. Non parla, se non da sola. Altrimenti dorme.
Zooey prende tempo e si prende gioco di chi lo circonda, è un attore…

In realtà tutte e due cercano una risposta, che non presuppone alcuna domanda.

Puoi dire la preghiera a Gesù da adesso fino al giorno del giudizio, ma se non riesci a capire che nella vita religiosa l’unica cosa che conta è il distacco, non vedo proprio come potresti andare avanti anche di un solo centimetro. Distacco, sorellina, nient’altro che distacco. Assenza di desideri. Astensione da ogni brama.
Se vuoi proprio sapere la verità sacrosanta, è soprattutto questa faccenda del desiderio a fare un buon attore. Perché mi fai dire delle cose che sai già? In qualche stadio della tua evoluzione, in una delle tue maledette incarnazioni, se preferisci, tu non hai sentito soltanto un desiderio di fare l'attore o l'attrice, ma di farlo bene. E adesso, ormai, ci sei dentro. Non puoi sottrarti così alle conseguenze dei tuoi desideri. Causa ed effetto, sorellina, causa ed effetto. L’unica cosa che puoi fare adesso, l’unica cosa religiosa che puoi fare, è recitare. Recita per Dio, se vuoi; sii l'attrice di Dio, se vuoi. Puoi provare almeno, non c'è niente di male a provare.
Ma faresti meglio a darti da fare, sorellina. Basta che ti giri, la sabbia corre nella clessidra. So quel che dico. Se in questo dannato mondo fenomenico trovi il tempo di starnutire, puoi dirti fortunata.
Una volta me la prendevo. Ma adesso non me la prendo più come prima. Se non altro sono sempre innamorato del teschio di Yorick. Almeno mi resta sempre il tempo di amare il teschio di Yorick. Voglio avere un teschio rispettabile quando muoio, sorellina.


E la verità è che Gesù Cristo al di brodo di pollo preferiva sandwich al formaggio e coca cola.

Franny e Zooye - J.D. Salinger (1961)

OST: Eluvium - Copia (2007)

A LF

3.9.08

I Was Thinking About It Again The Other Day




I'm not sure of
I can't remember the name

I was down the street
from my apartment
and I used to go by there
pretty often
once a month or so

I was set
back from the street
by a courtyard garden
with a winding path
a stone gazebo
a four or five trees
It had beautiful tall windows
and red stone walls

I never went inside

It was clear to me that
I should keep it
as it was
in my imagination:
the most beautiful place

Top Spin # 2 (On My Broken Scooter)

E' di nuovo arrivato il momento.
Magari più in là analizzo ogni singolo pezzo...40 Km sono parecchi, ed ogni strada ha la sua traccia...

1) Water From The Same Source - The Rachel's

2) Angelene - PJ Harvey

3) Design For Life - Manic Street Preachers

4) One Arm Scissor - At The Drive In

5) Cicatrize Esp - The Mars Volta

6) Miner at the Dial-A-View - Grandaddy

7) Such a Shame - Talk Talk

8) History Song - The Good, The Bad, The Queen

9) Settembre - Cristina Donà

10) Aly Walk With Me - Raveonettes*

* Omaggio ai lati scuri, e Lynch

E tutto il resto passerà, E' tempo di dominare il Fuoco.

30.8.08

Prettiest Mess You've Ever Seen

L'altro giorno parlo con un'amica. Le spiego quant' è bella quella canzone. Che ha il suo stesso nome. E parla di una prostituta. Del più bel disastro mai visto. E gli uomini vanno e vengono. Ma solo uno le strappa l'anima...It Does...

...che continuano a dirmi che diverrò un vuoto a perdere. E devo capire che non ci sono sospensioni. Ma un Punto. E non ci saranno sorprese o colpi di scena. Posso dormire tranquilla. Non è un film, piuttosto una canzone, più emozionale e più intensa. Soprattutto più breve. E di solito finisce male. Almeno a guardare i miei gusti.

Il fatto sta che io le canzoni le assorbo. E mi capita di ascoltarne una sola e unica per un giorno intero. E poi si fa presto a dire: volta pagina. Odio le copertine rigide proprio perché faccio fatica a voltare pagina. Tant'è solo economiche, che fanno bene un po' a tutto.

27.8.08

Estate Of Organon

Wilhelm Reich, medico e psichiatra galiziano nonché allievo di Freud, intorno al 1920 scopre una nuova forma di energia, l'energia orgonica. Sostiene che il ristagno di questa energia in eccesso sia causa di nevrosi, cancro, uragani.

A tal proposito inventa il Cloud Buster.
Tramite esso Reich ritiene possibile creare un flusso di orgone direzionato che, incrociato con quello naturale atmosferico, può produrre o dissolvere le nuvole.

Nel 1933 pubblica l'opera La psicologia di massa del fascismo, che viene bandita dai nazisti. Decide quindi di abbandonare l'Austria e girovagare per l'Europa sino a giungere in America, dove prosegue le sue ricerche sull'energia orgonica. La Food and Drug Administration inizia ad indagare sulle sue teorie ed in seguito ne vieta la promozione come trattamento medico. Reich dopo aver violato il divieto viene condannato a due anni di reclusione e le sue ricerche vengono distrutte.
Muore per un attacco cardiaco il giorno prima del suo rilascio.

Nell'ottobre 1985 esce Cloudbusting, di Kate Bush. La canzone parla dell'arresto e della incarcerazione di Wilhelm Reich ed è tratta dal libro che scrisse il figlio Peter, nel 1973 A Book Of Dreams.

Il video, diretto da Julian Doyle, con la supervisione di Terry Gilliam, mostra Kate Bush nei panni di Peter e Donald Sutherland nel ruolo del padre.
Il video è stato girato a Veil of The White Horse, Inghilterra.



La rete è piena di fonti, a partire da Wikipedia

24.8.08

I Duellanti



Parlarne fa più male. Ed oggi proprio non vuole passare.
E sogno defecazione, sangue, lacrime e violenza. E TE.

23.8.08

Try As Hard As You Can, I've Tried As Hard As I Could

In questo periodo dell'anno mi capita di riflettere sul mio giardino. Vedere cosa passare in vasi più grandi o sulla terra, cosa seminare o concimare, tagliare rami secchi e fare talee.

Mi è successo di dare fiducia a Gelsomini dati per spacciati, a Geranei che cedevano con l'età, a Peperoncini infestati dai pidocchi o all' Alce stressata dalle avversità.



Poi ci sono delle piante con cui non sai come comportarti. La citronella, una delle prime ad arrivare qui. I rami sono lunghi e secchi. Ma continua a fare foglie. E non capisci dove trovi l'energia. Allora tagli i rami che stanno peggio, per dare forza a quelle foglie. Ma niente. E c'è chi consiglia di toglierla, spostarla in un altro posto. Ma lei resta lì, al centro del patio, con i suoi rami secchi lunghi più di un metro e le sue foglie verdi ormai troppo in alto per essere viste. Se la gode in compagnia del Mirto ed è la prima pianta a cui rivolgo il mio pensiero quotidiano. E non riesco a farne a meno. Perché so che prima o poi, troverò il modo per farla tornare folta e profumata come prima.

20.8.08

Don't Believe In Faith



Caratteristica del fesso è vedere le colpe degli altri e scordare la propria.

The Young Cicero Reading - Vincenzo Foppa (1464)

Invisible Truth




"La disperazione non è un sintomo medico, è un fatto vago, impreciso. Ciascuno dei sintomi di Anna O. coinvolgeva una parte distinta del suo corpo; ciascuno di essi era provocato da una scarica eccitativa intracelebrale attraverso alcune vie neuronali. La disperazione del vostro amico è esclusivamente di natura ideale. Per una simile condizione non esiste alcuna cura."

"A me l'espressione dovere risulta pesante e oppressiva. I miei doveri li ho ridotti a uno: perpetuare la mia libertà. Il matrimonio, con il suo contorno di possessività e gelosia, schiavizza lo spirito."

"I viennesi sono gente religiosa: il loro dio si chiama Decoro."

"Il dovere che ha ciascuno nei confronti di se stesso di scoprire la verità"

"I maestri devono essere spietati. I messaggi spietati devono essere spiegati perché è la vita a essere spietata, come lo è la morte"

"La verità si raggiunge attraverso la sfiducia e lo scetticismo, non attraverso un'infantile desiderio che le cose stiano in un certo modo"

"Il vaso di Pandora fu aperto, così che tutti i mali lì rinchiusi da Zeus dilagarono per il mondo dell'uomo, ve ne rimase uno, ignoto a tutti, quello supremo. La speranza. E' da allora che erroneamente l'uomo considera il vaso e il suo contenuto uno scrigno di buona fortuna. Ma abbiamo dimenticato il desiderio di Zeus che l'uomo continui a farsi tormentare. La speranza è il peggiore dei mali perché protrae il tormento"

"Morire è duro. Ho sempre ritenuto che la ricompensa finale dei morti sia non morire più"

"Il vostro editore non è soltanto pigro ma anche stupido: si tratta di libri che un editore dovrebbe sostenere con il sangue"

"Voi vi chiedete come sarebbe una conversazione in cui fosse imposto di non nascondersi nulla: personalmente credo che il suo vero nome sia inferno. Aprirsi a vicenda è il preludio del tradimento, e il tradimento fa star male"

"Può esservi un'emicrania addominale, caratterizzata da acuti attacchi in loco, senza alcun mal di testa. Vi sono pazienti che hanno riferito di episodi improvvisi in cui di punto in bianco si sentono depressi o esaltati. Altri pazienti hanno periodicamente la sensazione di avere già vissuto le esperienze che stanno vivendo in quel momento. I francesi lo chiamano déjà vu, ed è forse anch'esso una variante di emicrania"

"Scrivo soltanto in base alla mia esperienza. Scrivo con il sangue, e la migliore verità è cruenta"

"Tutto ciò che non mi uccide mi rafforza. Il mio male è una benedizione"

"Dal canto mio preferisco definirmi scenziato, dal momento che la pietra angolare del mio metodo filosofico, come quella del metodo scientifico, è l'incredulità"

"Conosciamo questi preteschi guaritori che proiettano la loro debolezza sugli altri e poi li curano soltanto al fine di aumentare la propria potenza. La conosciamo la carità cristiana"

" Sono convinto che l'isteria sia provocata da un'esperienza traumatica subita mentre l'individuo si trova in uno stato aberrante di coscienza"

"Saprà che non mi piacciono i doni? Che mi graffiano la pelle e mi distruggono il sonno?"

"Anch'io mi sono chiesto come mai di notte regnino le paure. Dopo vent'anni di simili interrogativi, ora credo che le paure non nascano dal buio: sono piuttosto come le stelle, sempre presenti, ma oscurate dalla luce del giorno"

"Il vostro compito è accettare voi stesso, non scoprire il modo per conquistarvi la mia accettazione"

"E' più facile, di gran lunga più facile, obbedire a un altro che comandare a se stesso"

"Creatività e scoperta sono generate nel dolore"

"Ho imparato come sia più facile venire a patti con la cattiva reputazione che con una cattiva coscienza. Inoltre non sono avido, non scrivo per la folla. E so essere paziente. Forse i miei studenti non sono ancora nati. Soltanto il dopodomani mi appartiene"

"Eterno ritorno significa che ogni volta che scegli un atto devi avere la volontà di sceglierlo per tutta l'eternità. E lo stesso vale per ogni azione non compiuta, per ogni pensiero abortito, per ogni scelta evitata. Tutta la vita non vissuta rimarrà a gonfiarti nell'intimo, non vissuta per l'eternità. E l'inascoltata voce della tua coscienza griderà il suo richiamo per sempre"

"La liberazione di se stesso significa un sacro 'no', anche nei confronti del dovere"

"Anche la VERITA' è un illusione, seppure un illusione senza la quale non possiamo sopravvivere"

La Vérité sortant du puits - Edouard Debat-Ponsan (1898)

Le Lacrime di Nietzsche - Y. D. Yalom (1992)

19.8.08

2+2= Portmanteau



Tutto ciò che non si condensa in
una equazione non è una scienza.


Ho trovato però dei pareri contrari...che dovrò valutare...per ora è così...

17.8.08

Cosa Scorre nelle Sue Vene? Camomilla?




"Chi legge, chi veramente legge è altrove"

"Come scrive il linguista Gustave Guillaume: le cose che piacciono all'orecchio sono quelle che piacciono allo spirito"

"Una Preghiera Satanica: pregavo Dio di uccidere quel ragazzino che detestavo"

"Nulla è più potente di una mente animata dalla fede. Non importa che Dio esista o no. La mia preghiera era tanto forte e convinta da annientare una vita. È un potere che ho perduto quando ho smesso di credere"

"Perfino gli uomini sono meno inerti di lui. Dio è un inetto. Lo vede? L'ho appena insultato e lui continua a tacere"

"Nella vita ci sono sofferenze salutari"

"Quando si è destinati a diventare colpevoli, non è necessario avere qualcosa da rimproverarsi. Il senso di colpa si aprirà un varco con qualsiasi mezzo. E' la predestinazione. Il giansenismo: altra invenzione olandese"

"Le persone che amano sono sempre loquaci sull'oggetto del loro amore"

"Di schiena, si sarebbe detta la stessa persona: come se una giovane donna si fosse promessa a una morte rapida e fosse venuta a contemplare la propria statua sulla sua futura tomba"

"Al mondo non c'è niente di più incomprensibile dei volti, o meglio, di certi volti: un insieme di tratti e sguardi che d'improvviso diventano la sola realtà, l'enigma più imprtante dell'universo, che si guarda con sete e fame, come se vi fosse inciso un messaggio supremo"

"Quando ci siamo ritrovati fuori dal cimitero, in rue Rachel, le ho chiesto come si chiamava. Mi ha sputato in faccia. Le ho detto che l'amavo troppo per chiamarla stupro"

"E' lusinghiero, uno stupro. E' la dimostrazione che uno è pronto a violare la legge per qualcun altro"

"La brutalità sessuale crea un legame"

"Per me un pazzo è un individuo i cui comportamenti sono inspiegabili. E i miei li posso spiegare tutti"

"Volevo quello che vuole ogni innamorato: la reciprocità"

"Si può perdonare solo quando si è offesi"

"L'estasi voluttuosa è il fine sovrano dell'esistenza, e non richiede alcuna giustificazione"

"Questa mania di dare del pazzo a quelli che non si comprendono! Che pigrizia mentale!"

Vanitas - Philippe de Champaigne (1671)
Cosmetica del nemico - A. Nothomb - Voland (2003)


Collegamenti esclusivi e non: Giansenismo, Fight Club, Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde, Il Danno, Il Ritratto di Dorian Gray

9.8.08

Definitive Gaze



Le mollette da bucato hanno sempre avuto molteplici funzioni. Dai tempi dell'infanzia, le maestre ci esponevano le potenzialità dell'oggetto.

In adolescenza si cominciava a provare compassione per quei inutili e spesso scollati trofei che durante le feste si mostravano a famiglie che accettavano e accantonavano con noncuranza.

Crescendo si inizia a razionalizzare, e il loro scopo diventa prettamente pragmatico, fino a quando, sul tuo
cervello non cade improvvisamente quella piccola goccia scarlatta che fa impazzire
ed incominci ad attaccarle sulla faccia.

Per capire poi, che tutto questo è completamente inutile. Ma in periodo di recessione, ne scopri un nuovo utilizzo:
FISSARCI IDEE, MOMENTI, BELLEZZA
ovvero, tutto quello per cui vale la pena vivere.


Thanks To: MAGAZINE

5.8.08

I Just Stare...



Oggi per 40 chilometri ho ascoltato solo Vergogna...

Such a shame to believe in escape
'A life on every face'
And that's a change
Till I'm finally left with an eight
Tell me to relax, I just stare
Maybe I don't know if I should change
A feeling that we share
It's a shame

Such a shame
Number me with rage
It's a shame
Such a shame
Number me in haste
Such a shame
This eagerness to change
It's a shame

The dice decide my fate
And that's a shame
In these trembling hands my faith
Tells me to react, 'I don't care'
Maybe it's unkind that I should change
A feeling that we share
It's a shame

Such a shame
Number me with rage
It's a shame
Such a shame
Number me in haste
Such a shame
This eagerness to change
Such a shame

Tell me to relax, I just stare
Maybe I don't know if I should change
A feeling that we share
It's a shame

Such a shame
Number me with rage
It's a shame
Such a shame
Number me in haste
It's a shame
Such a shame
Write it across my name
It's a shame
Such a shame
Number me in haste
Such a shame
This eagerness to change

Such a shame - Talk Talk


_________________________

The Dice Man

Excerpts

30.7.08

Here Everyone Is So Vulnerable

Mi dicono che da piccola non piangevo mai.
Mi riservavano molte attenzioni proprio perché non le chiedevo.
Poi è arrivato un momento in cui inizio a recuperare il tempo perduto.
E ora piango al contrario.
Al Ritorno.
In Partenza.
A volte in viaggio.

29.7.08

Did I Fall Or Was I Pushed?

Forse i simili non dovrebbero stare a contatto. Almeno non per molto. Insieme esploderebbero. Sarebbe un bello spettacolo. Ma tutto qui.
Come i fuochi del 24 giugno. Ricordano l'infanzia, che non tornerà.
La ricerca di serenità presuppone altro. Cosa stiamo cercando l'incendio, oppure la luce?

Rispondi a questo e riceverai un premio.

P. B.

26.7.08

No Hidden Catch No Strings Attached

La A maiuscola è un'operazione commerciale.

Basta sensi unici ed esclusivismi.
Non più idealizzazioni.
Solo condivisione selezionata.

Amare, nel senso tradizionale,
è quanto di più minuscolo
possa esistere.

23.7.08

So Lie To Me But Do It With Sincerity

Bisogna esser sempre ubriachi. Tutto sta in questo: è l'unico problema. Per non sentire l'orribile fardello del Tempo che rompe le vostre spalle e vi inclina verso la terra, bisogna che vi ubriachiate senza tregua.

Ma di che? Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro, ma ubriacatevi.

E se qualche volta, sui gradini d'un palazzo, sull'erba verde d'un fossato, nella mesta solitudine della vostra camera vi risvegliate con l'ubriachezza già diminuita o scomparsa, domandate al vento, all'onda, alla stella, all'uccello, all'orologio, a tutto ciò che fugge, a tutto ciò che geme, a tutto ciò che ruota, a tutto ciò che canta, a tutto ciò che parla, domandate che ora è; e il vento, l'onda, la stella, l'uccello, l'orologio, vi risponderanno: "È l'ora di ubriacarsi! Per non esser gli schiavi martirizzati del Tempo, ubriacatevi; ubriacatevi senza smettere! Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro."

22.7.08

Some People Have To Be...

Continuo con costanza...ma proprio quando mi distraggo nel lavoro, per il bene dell'azienda, annullando la mia coscienza, torni tu.

A ricordarmi che i ricordi non ti dimenticano...a ben guardare...

19.7.08

Water From The Same Source

"Dovresti cercare, però, di collaborare più attivamente e di essere più deciso quando cerchi aiuto e ispirazione. Comincia facendo un esperimento: immagina me e te, seduti uno di fronte all'altro, che discutiamo di come potresti diventare più coraggioso e libero, autentico e intelligente, affettuoso e creativo."

Guardavo lontano. E sognavo. Credevo. E tremavo. Sentivo pulsare ogni singolo neurone. Mi ubriacavo d'aria ed emozioni. E la musica. Segnava ogni istante. Marchiava.

Ora mi distendo con gusto su lenzuola che spero non aver condiviso. Ed i miei errori sono banalità. Senza peso. Nuvole. Che non sopporti ma passeranno e torneranno. Esili. E non dovevi. Per loro, che non capiranno. Puoi sopportare tutto. Sopravvivi. Loro non comprendono, e non c'è niente da spiegare.

E vorrei solo vederti morire. Come sto morendo io.
In solitudine. Come un Gatto. Fino a trovare una nuova vita.
Sperando di non averle finite.



Rachel's. E Basta.

9.7.08

Have You Ever Seen Such A Beautiful Thing?


Afrodite, trono adorno, immortale,
figlia di Zeus, che le reti intessi, ti prego:
l'animo non piegarmi, o signora,
con tormenti e affanni.
Vieni qui: come altre volte,
udendo la mia voce di lontano,
mi esaudisti; e lasciata la casa d'oro
del padre venisti,
aggiogato il carro. Belli e veloci
passeri ti conducevano, intorno alla terra nera,
con battito fitto di ali, dal cielo
attraverso l'aere.
E presto giunsero. Tu, beata,
sorridevi nel tuo volto immortale
e mi chiedevi del mio nuovo soffrire: perché
di nuovo ti invocavo:
cosa mai desideravo che avvenisse
al mio animo folle. "Chi di nuovo devo persuadere
a rispondere al tuo amore? Chi è ingiusto
verso te, Saffo?
Se ora fugge, presto ti inseguirà:
se non accetta doni, te ne offrirà:
se non ti ama, subito ti amerà
pur se non vuole."
Vieni da me anche ora: liberami dagli affanni
angosciosi: colma tutti i desideri
dell'animo mio; e proprio tu
sii la mia alleata.
***
Un esercito di cavalieri, dicono alcuni,
altri di fanti, altri di navi,
sia sulla terra nera la cosa più bella:
io dico, ciò che si ama.
È facile far comprendere questo ad ognuno.
Colei che in bellezza fu superiore
a tutti i mortali, Elena, abbandonò
il marito
pur valoroso, e andò per mare a Troia;
e non si ricordò della figlia né dei cari
genitori; ma Cipride la travolse
innamorata.
*
ora mi ha svegliato il ricordo di Anattoria
che non è qui;
ed io vorrei vedere il suo amabile portamento,
lo splendore raggiante del suo viso
più che i carri dei Lidi e i fanti
che combattono in armi.
***
A me pare uguale agli dei
chi a te vicino così dolce
suono ascolta mentre tu parli
e ridi amorosamente. Subito a me
il cuore si agita nel petto
solo che appena ti veda, e la voce
si perde sulla lingua inerte.
Un fuoco sottile affiora rapido alla pelle,
e ho buio negli occhi e il rombo
del sangue alle orecchie.
E tutta in sudore e tremante
come erba patita scoloro:
e morte non pare lontana
a me rapita di mente.
***
Di ghiaccio divenne
il loro cuore e le ali
si chiusero
***
Notte
di cielo e silenzio.
L'amore
vuoto tenue.
Infinito

8.7.08

How To Prepare A Dream




Ogni mese ha il suo tristemente famoso evento catastrofico sepolto nella memoria collettiva. E' un concetto su cui lavoro che cerco di sviluppare. Si chiama Disastrology.

Nei sogni sei sopraffatto dalle emozioni

La casualità è molto difficile da riprodurre

Ogni grande idea è al confine con la stupidità


Science Of Sleep

Andy è l'Arte




« Nel 1963 volevo iniziare nuovamente a dipingere ma decisi di che non avrei più dipinto immagini astratte. Decisi di spingermi invece il più possibile all'esatto opposto. Compresi che proiettare e quindi disegnare i soggetti della fotografia, invece che copiarla a mano libera, avrebbe avuto un effetto realistico e impressionante. Copiare una fotografia era considerata una cosa discutibile. Andava contro tutto ciò che appresi alla scuola d'arte... Molte persone si arrabbiavano per ciò che stavo facendo e dicevano: "non è arte, non potrà mai essere arte. Questo mi diede lo spunto di perseverare nel mio intento, poiché mi piaceva fare qualcosa che faceva arrabbiare la gente... Mi divertivo un sacco. »

R.G.

4.7.08

And In The Middle Of The Celebrations



Once there was a way to get back homeward
Once there was a way to get back home
Sleep pretty darling do not cry
And I will sing a lullaby

Golden slumbers fill your eyes
Smiles awake you when you rise
Sleep pretty darling do not cry
And I will sing a lullaby

Once there was a way to get back homeward
Once there was a way to get back home
Sleep pretty darling do not cry
And I will sing a lullaby

Boy, youre going to carry that weight,
Carry that weight a long time
Boy, youre going to carry that weight
Carry that weight a long time

I never give you my pillow
I only send you my invitations
And in the middle of the celebrations
I break down

Boy, youre going to carry that weight
Carry that weight a long time
Boy, youre going to carry that weight
Carry that weight a long time

Oh yeah, all right
Are you going to be in my dreams
Tonight?

And in the end
The love you take
Is equal to the love you make.

24.6.08

Top Spin

Il momento necessita di una classifica.

1) Bangers & Mash - Radiohead (Rainbow p.2)

2) Brothers and Sisters - Blur (Tink Tank)

3) Roulette - System of A Down (Steal this Album)

4) Molasses - Radiohead (Street Spirit B-Side)

5) The Architect – Deus (Vantage Point)

6) The Saddest Song - Morphine (Good)

7) Love's not a competition (but I'm winning) - Kaiser Chiefs (Yours Truly, Angry Mob)

8) Crazy Beat - Blur (Tink Tank)

9) Tij - Battles (Mirrored)

10) Triathlon - Cristina Donà (Dove sei tu)

Hiding In Your Smile A Secret You Must Keep

Mi capita spesso nella vita notturna di incontrare animali e insetti.
Nel caso in cui non si tratti di qualche ossessione momentanea c'è sempre un collegamento con il passato.
Quando ero piccola, mi divertivo a sezionare le cicatrici sulle ginocchia. Un piccolo chirurgo, con tutti gli strumenti del mestiere. Le ferite non si rimarginavo mai. Ma io pazientavo, per poter ricominciare.
Ultimamente è capitato di ritrovarmi con le gambe scoperte. Sulle ginocchia dei bozzoli. Bianchi. Li scrostavo, con lo stesso gusto infantile. Ne uscivano dei vermi rosa. Mi ritrovavo piena di vermi. Non mi ripugnavano, loro.
Mi impressionava solo sentirmi un contenitore di bigattini.

Ora non so dire perché, ma sento comunque che nascerà qualcosa di buono...

23.6.08

17.6.08

The Best You Can Is Good Enough

L'unico modo per sconfiggere l'ansia:

Saziarsene.
*

16.6.08

Unravel



Mentre tu sei lontano
Il mio cuore si scioglie
Lentamente si srotola
In un gomitolo di lana
Il diavolo lo raccoglie
Con un ghignio

Il nostro amore
In un gomitolo di lana
Non tornerà mai
E quando tornerai
Creeremo un nuovo amore

Ma lui non tornerà mai



Quando tornerai
Costruiremo un nuovo amore

Picky Bastard Supporta le ruote ed i mestieri umili

15.6.08

The Devil Collects It With A Grin

Jung sosteneva che i vermi sono legati alla libido e possono indicare regressione o di distruttività. Al di là di questi significati più archetipici i vermi nei sogni vanno considerati per le sensazioni generali che la loro vista suscita, in primo luogo il senso di invasione, di ansia e fastidio.

La loro abbondanza e il loro brulicare richiama, una intrusione nel sistema primario dell'individuo. Ci si sente invasi, violati, qualcosa o qualcuno è riuscito ad avvicinarsi al mondo più intimo procurando una sensazione di allerta o di pericolo.

In alcune immagini oniriche, rappresentano qualcosa o qualcuno che viene percepito come sgradevole, o giudicato inferiore, malsano, sleale. Possono alludere al deterioramento di un rapporto o di una situazione, ad un cambiamento non controllabile e non voluto.

14.6.08

©oinciden©e Make Sense...

Ieri Le parlavo di Tempo, Pace, Tranquillità.
Si renderà conto quando fingo?
Torno a casa e vedo lutto e passato. E lacrime non versate. Finzione. Debolezza.
Mi sveglio per andare a lavoro. Colazione.
Sbaglio. Torno a dormire e vedo Barbecue, e facce che non comprendo e confondono.
Si ripete tre volte.
Sei fuggito dalla mia vita.

That's Where I WON'T To Be


E stai rubando i miei sogni.
Perché non ti estingui?

12.6.08

Follow the dot, ©oincidence...

Da qualche tempo a questa parte,

mi capita di ricevere regali conviviali

che non si arriva mai a condividere

8.6.08

Lake Of Fire

P.= Piromane

Il fuoco mi ha sempre attratta, ma in Terra d'Albione ho avuto prova del legame che ci unisce.
Durante il soggiorno britannico usavo accompagnarmi a del vino ungherese da 2 Pound, Mayfair Lights, letture e sogni.
E fu così che una notte l'ungherese, forse rivendicando i passati conflitti, sconfisse l'italiana stendendola senza pietà.
La passione per l'illuminazione perfetta mi portava a tenere sempre delle candele accese.
DeLight.
Quella notte l'esteta ungherese consumò la sua vendetta impedendomi di spegnerle.
Castelli di rabbia, compatriota, venne in soccorso. Ma il tempo si fermò. Andai in bagno, e trovai tracce di fuliggine intorno alle narici. Ormai ero Rapita.
Poi fu la volta delle sigarette lasciate scivolare con noncuranza nel letto, ma smisi subito. Sporcavano e basta.
Allora ho cominciato con i castelli. Ne costruivo di maestosi, grandi, pieni di luce e di speranze. Per poi incendiarli, dissolvendomi.
Credevo di aver concluso. Invece no, avevo solo passato il livello. E l'ungherese con quel patto di fuliggine non mi ha abbandonata. Cambio forma al castello per poi distruggerlo. Dimenticando e mentendo per sentirmi meglio. Ripetendo lo stesso gioco.

Allora cerco di scrivere.
Ma non sulla carta, potrebbe bruciarsi.

That’s black around, that always stares



Why must I be the thief?
Why must I be the thief?
Oh Lord please won’t you tell me
Why must I be the thief?

Why must I be the thief?
He asked of the hanging man
And how come you’re the only one
That’s black around, that always stares

Why must I be the thief?
He asked to the hanging man
And how come you’re the only one
Who gives me open arms?
Why must I be the thief
He cursed and then he cried
And the hanging man held out his hand
And looked beyond his scars

The thief was drawn to the cross
To share that other’s fate
But the Jesus man says "Not now"
"My brother not now, it’s far too late"

Far too late

Do what you must
Take what you can
Steal the heart from every man
Every angry man
Every angry man
Every angry man

I am the thief
I am the thief
And you can run
Yes you can run
But I will get you yet
Yes I will
Because of you, because it’s just your pride
It's justified

I will get you yet
Cause it’s justified
I will get you yet
It’s justified

I'm Robbing This Place



Tenuto in un piccolo vaso il pesce rosso rimarrà piccolo, in uno spazio maggiore esso raddoppia, triplica o quadruplica la sua grandezza.

La via più lunga è la più semplice... ma è più lunga.

Nella vita arriva un momento in cui un uomo ragionevole deve ingoiare l'orgoglio e riconoscere che ha sbagliato di grosso: solo che io non sono mai stato un uomo ragionevole.

Tanto più una cosa è difficile, tanto più alto è il premio finale.

Dicono che quando incontri l'amore della tua vita il tempo si ferma... ed è vero. Quello che non ti dicono è che poi va a doppia velocità per recuperare.

Ogni giorno una nuova avventura. Questo è il mio motto. Sono contento Norther, sono felice per te. E adesso cosa fai? Una piccola rapina.

Vi è mai capitato di sentire una barzelletta così tante volte da dimenticare perché è divertente? E poi la sentite di nuovo ed improvvisamente è nuova. E vi ricordate perché vi era piaciuta tanto la prima volta.

Morire è la cosa peggiore che mi sia mai capitata.

A furia di raccontare le sue storie, un uomo diventa quelle storie. Esse continuano a vivere dopo di lui, e così egli diventa immortale.




Carassius auratus:
Si dice spesso che il pesce rosso abbia una memoria limitata a pochi secondi, ma questo non è completamente vero. La memoria dei pesci rossi può essere definita selettiva, vale a dire hanno una qualche coscienza di ciò che è accaduto in precedenza, ma non sanno esattamente che cosa. Possono essere addestrati a svolgere compiti semplici, come a mangiare solo in un'area della loro boccia o acquario. In questo caso sanno istintivamente che in quell'area c'è qualcosa di buono, ma non ricordano cosa. Se appare un predatore nella loro zona, ad esempio un airone, il pesce si nasconderà per diverso tempo per istinto, ma senza sapere da cosa si nasconde: sa solo che è meglio nascondersi.

(Wiki)

7.6.08

The wild might be the deuce




Visibile ad occhio nudo. Ma senza struttura. All'interno della nebulosa sono identificabili un gran numero di strutture minori; in realtà, mentre alcune sono vere nebulose nella nebulosa, gran parte delle strutture osservabili sono date dal continuo alternarsi di zone illuminate ed aree oscure.

Eta Carina. Nothing.

5.6.08

Ladro di Agrumi



La verità è che mi sento già come un fantasma, e devo respirare a fondo ogni volta che ci penso. Comincio a capire perché i fantasmi spesso gemano e ansimino tanto da fare paura. Non è per spaventare i loro successori. E' solo perché soffrono indicibilmente a respirare in un'epoca che non è la loro.

3.6.08

This girl I know needs some shelter

Mentre cercavo delle staffe perdute, ho ritrovato un vecchio telefono fermo a novembre 2006. Con alcune foto. Di un Bozo ferito dal trasloco, di un cappello vagabondo e una gatta affezionata. Apro i messaggi. Colmi di trasporto, passioni e promesse. Sospese a quel novembre 2006, uno dei più caldi. Ibernate.



Si tratta di un telefono che ha avuto una vita breve, riesumato il pomeriggio in cui il Nokia ha iniziato a fare bizze. Già le aveva fatte una volta. In settembre. Aveva mandato un messaggio a mezzanotte chiedendo di andare a prendere un caffé. L'unica volta in cui il destinatario non ha chiuso la porta in faccia. So anche perché. Non sono stata io a mandarlo.



Stanotte sono stata spaventata da un serpente, lungo e dalla pelle color bruciato. Passava da un palazzo all'altro strisciando sull'acqua. Il Nord ne era affascinato, lo teneva sulla spalla. Io per niente. Deve essere stato perché ieri ho indossato una gonna. Dopo almeno 15 anni. Non sono cose da prendere sottogamba queste, se ne pagano le conseguenze.



Sarà meglio cercare protezione, che alle staffe c'ho rinunciato.

30.5.08

sWALLOW

Non è per stare a puntualizzare,
E' che non ho mai capito come
facevi a convivere con gli stagni...

Forse è il cuore...

10.5.08

A Secret Code Carved # 2



Le RUNE sono il linguaggio segreto del mondo.
RUNA significa "segreto", "sussurrare".

La tradizione scandinava attribuisce a Odino il dominio delle rune, quali sorgenti magiche di ogni potere e sapienza. Il mito della "scoperta" delle rune da parte del dio, viene riferito in una strofa del poema eddico Hávamál, dove si legge:

« Lo so io, fui appeso
al tronco sferzato dal vento
per nove intere notti,
ferito di lancia
e consegnato a Odino,
io stesso a me stesso,
su quell'albero
che nessuno sa
dove dalle radici s'innalzi.

Con pane non mi saziarono
né con corni [mi dissetarono].
Guardai in basso,
feci salire le rune,
chiamandole lo feci,
e caddi di là. »

(bethelux.it - wikipedia.org)

5.5.08

Fragile


Specchio di pioggia e asfalto
ci naviga dentro il cielo
grigio bianco
acqua e cielo

ma tu sei una goccia che non cade
e ritarda la mia guarigione
come ultima frase da terminare

Piccole navi col motore spento
aspettano un segno dal faro
così lontano

specchio di pioggia e asfalto
oggi il mio viso è più leggero
senza pianto
solo acqua e cielo

ma tu sei una goccia che non cade
e rimanda la mia guarigione
come un rumore sospeso che
non esplode

ancora navi col motore spento
aspettano un segno dal faro
così lontano

Brad Noble / Cristina Donà

22.4.08

I Might Be Wrong # 2

Vabenetiamoancora,manonèdettochesiaio


A S B A G L I A R E

21.4.08

With a Gun and a Pack of Sandwiches

Lo spirito della sintesi non mi ha abbandonato. Ho fatto scivolare un anno e mezzo in meno di un'ora.
Liberatorio. Intenso. Interrotto. Almeno per me. Almeno per ora.
E' stato pieno. Eccessivo, nel bene e nel male. E continua ad esserlo. Non è finita.
Continua a bruciare. Spring Rice contribuisce, con le sua patrie Patrizie, Thom Yorke, con i suoi Sandwich e Pistole, e nient'altro, ma non basta.

E questa testa di cazzo, che non fa niente per...per.
Si diverte, con la sua correttezza apparente. Non si stacca neanche lui. Crede che sia così. In realtà è timore. Che continua a massacrare il cervello. Non mi lascia in pace.

Ho bisogno di una ginestra.
Non voglio un'altra vita, voglio resistere a questa. La fenice non fa per me. E' troppo simbolica, ho bisogno di realtà, forza e tatto. Non sensibilità. Tatto.

E resistere sopratutto. Osservare. E non aver paura. Di aver distrutto. Non voglio rimorsi. Sono spaventata. Voglio poter ricordare, almeno questo, altrimenti esplodo.

15.4.08

Electioneering



Io che speravo vincessero loro:


Non mi sarei persa neanche una interrogazione parlamentare. Invece ora ci toccherà prendere lezioni su trucco tacchi e scopate da un maialino nano...