4.10.08

Heaven is a Feeling

E' passato un anno. Da quando ho iniziato a riempire questo posto di vaccate. E più o meno da quando vivo nel mio rifugio. Sono sempre stata accusata del fatto che fossi troppo debole. Per riuscire a stare sola. Possibile. Io riempio. Vuoti. E li riempio di tutto. Di amori fasulli, di giornate inutili, di alcol e di sigarette. Il mio rifugio è pieno di inutilità. Conservo tutto. Dai biglietti da visita di posti che non visiterò mai. Alle penne ormai consumate che ricordano un particolare. Io vivo di frammenti. E' una debolezza, ma è così. Io sono debole. E la coperta non copriva mai abbastanza, e sentivo freddo. Lo sento tuttora. Non è la coperta che mi scalda. Ma la luce di una candela sul comodino. O la musica che mi accompagna nel silenzio della notte. E l'abbraccio delle mie braccia. E Tallio, che spinge sulle gambe per sentire il mio calore. Sono sempre stata debole. E lo sono tuttora. Riempio di vaccate il mio rifugio, ma sto smettendo di riempirlo di inganni.

Nessun commento: