2.11.08

You Name The Drama And I'll Play The Part

Provo gusto a sfogliare i vecchi libri che sono nella mia libreria. Mi piace guardare le sottolineature, e molto spesso conservano foto ed altri ricordi che ho nascosto per il piacere dell'effetto sorpresa. (Adoro stupirmi).
E così ho ritrovato una guida su cui avevo lavorato epoche fa.
L'unico lavoro che non consideravo un impiego.
Era per una piccola casa editrice che si occupava di cinema.
Proprio nel momento in cui sono approdata partiva un nuovo progetto. Una guida sui registi. Inizialmente lavoravo da casa. Passavo serate a leggere libri per trovare citazioni da inserire nella guida. Le più divertenti ovviamente erano quelle di Hitchcock.
"Bisogna lottare contro le chiacchiere e contro quelli che impiegano cinque minuti per sedersi. Ecco perché dopo i titoli di testa metto inquadrature molto drammatiche".
Poi c'era Bunuel: "Il Surrealismo nel cinema è nato quando ci si è chiesti cosa si potesse fare con mille spettatori se non distruggere, intaccare tutti i loro valori".
C'era una affermazione di Jean Vigo che considerando il tempo mi colpì: "Il pubblico non sceglie più gli spettacoli: va al cinema a giorni fissi e mai per guardare un film".
Passavo il tempo ad informarmi sul cinema ed a guardare film.
Ma pagavano poco e male.
Lavori del genere se li può permettere chi non ha necessità di coprire un conto. Perchè sicuramente non sarà mai in rosso.

E questo era il regista che preferivo.

Nessun commento: